fbpx

LINGUAGGIO ECONOMICO-FINANZIARIO…UN VERO ROMPICAPO?

Archivio NewsSenza categoriaCommenti disabilitati su LINGUAGGIO ECONOMICO-FINANZIARIO…UN VERO ROMPICAPO?

È possibile realizzare quella tutela del risparmio e dei consumatori che è alla base di un’ampia e duratura crescita del Paese?

Assolutamente sì! Attraverso la conoscenza, un più diffuso senso di responsabilità e, soprattutto, questa crescita culturale, di sensibilità, deve passare anche attraverso il linguaggio.

In ambito economico e finanziario, in questi anni , la confusione concettuale è cresciuta fortemente: il linguaggio economico è sovente un linguaggio criptico, poco trasparente; il linguaggio economico giuridico, facendo acriticamente propri istituti nati e sviluppati in contesti diversi dal nostro, rischia di generare incomprensioni e conflitti interpretativi. Sovente, l’uso-abuso di anglicismi e di tecnicismi, sembra rispondere alla convinzione che la “modernità”, la globalizzazione dell’economia, degli scambi e dei rapporti giuridici che li sostengono, richiedano di mutuare concetti e linguaggi lontani da noi. Ciò ha contribuito ad allontanare sempre più gli individui dal mondo economico e finanziario.

Di fronte a questo scenario è importante rendere più trasparente il linguaggio dell’economia, degli affari e dei contratti, senza chiudersi alle altre lingue, che, anzi, vanno ben studiate. Occorre guidare i cittadini nel groviglio linguistico fatto di anglicismi, tecnicismi, formule e acronimi, rendendo semplice e accessibile tutto ciò che di incomprensibile c’è nel dizionario della finanza e dell’economia.

Aief punta a questo: aiutare i cittadini ad accrescere le proprie conoscenze, in questo settore, partendo dal lessico, chiaro, trasparente e accessibile a tutti.

[Fonte: Avvenire]

© 2019 AIEF - Associazione Italiana Educatori Finanziari. P.IVA 08597620965 - Tutti i diritti riservati.